In gara 310 campioni da sette Paesi, premio speciale a Sardegna

VERONA – Ottima affermazione dell’olio italiano nel confronto diretto con i produttori europei e cileni. Si è conclusa a Veronafiere la 18/a edizione di Sol d’Oro Emisfero Nord, il concorso che per il valore generale dei 310 campioni presentati da sette Paesi ha reso ancora più impegnativo il lavoro dei 15 panelist internazionali al lavoro per la scelta dei vincitori. Sulle 18 medaglie totali assegnate (Sol d’Oro, Sol d’Argento e Sol di Bronzo) nelle 5 categorie oli extravergine (fruttato intenso, medio, leggero, monovarietali e biologico e Absolute Beginners) ben 15 sono andate all’Italia e solo una rispettivamente a Spagna, Grecia e Slovenia.

Dominio dell’Italia anche nelle Gran Menzioni, assegnate a quegli oli che hanno ottenuto un punteggio maggiore o uguale a 70/90mi dove oltre a Spagna, Grecia e Slovenia hanno ricevuto riconoscimenti anche Croazia e Portogallo. Ad emergere in questa annata l’Azienda Masoni Becciu di Deidda Valentina, che con due Sol d’Oro ha portato i suoi oli e la Sardegna alla conquista della prima edizione del premio speciale Sol d’Oro Challenge, istituito per premiare l’azienda che ottiene il maggior punteggio con tre oli presentati. “La qualità era talmente alta che abbiamo il rammarico di non aver potuto premiare tutti gli oli che lo avrebbero meritato. Nelle finali di tre categorie abbiamo addirittura dovuto ricominciare da capo perché nella somma dei giudizi continuavano ad esserci degli ex equo” ha spiegato Marino Giorgetti, capo panel del concorso. “Quello che fa piacere è però constatare che Sol d’Oro dopo 18 edizioni è sempre più il volano di questo miglioramento” ha concluso Giorgetti. “L’impegno di Veronafiere per valorizzare e promuovere l’olio extravergine di oliva di qualità parte dagli anni ’90 e nel tempo, mettendo al centro Sol&Agrifood, abbiamo realizzato un vero e proprio sistema a servizio dei piccoli e medi produttori attivo tutto l’anno, formato da Sol d’Oro Emisfero Nord ed Emisfero Sud, Evoo Days – che si chiudono oggi con la grande degustazione guidata en primeur degli oli vincitori di Sol d’Oro – e Sol Int’l” ha aggiunto il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani.

I campioni iscritti a questa edizione di Sol d’Oro provenivano da Italia, Spagna, Portogallo, Grecia, Slovenia, Croazia e Cile; quest’ultima pur appartenendo all’emisfero Sud non perde l’occasione per misurarsi con i produttori dell’emisfero Nord secondo il regolamento del concorso gemello che si svolge ogni anno a settembre nell’emisfero australe.

Τελευταία νέα