Per più di otto italiani su dieci (81%) in questa fase è importante acquistare prodotti italiani per aiutare il lavoro e l’economia nazionale, da difendere anche con il golden power, le norme che proteggono dalle scalate ostili di gruppi stranieri aziende fondamentali come quelle alimentari. E’ quanto emerge da un’analisi Coldiretti/Ixe’ sull’estensione delle norme per tutelare e produzioni Made in Italy proposte dal governo. Da tutelare, sottolinea la Coldiretti, c’è il patrimonio agroalimentare nazionale dopo che ormai circa 3 marchi storici su 4 sono finiti in mani straniere e vengono spesso sfruttati per vendere prodotti che di italiano non hanno più nulla. Negli anni, ricorda la Coldiretti, sono volati all’estero dall’olio Bertolli, Carapelli, Sasso, Sagra e Filippo Berio, alla pasta Buitoni e la Del Verde, dal latte e formaggi di Parmalat, Galbani, Invernizzi, Locatelli e delle Fattorie Scaldasole ai salumi Fiorucci e tanti altro. “L’emergenza coronavirus sta facendo emergere la consapevolezza sul valore strategico rappresentato dal cibo e dalle necessarie garanzie di qualità e sicurezza”, afferma il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare che in questo scenario l’Italia potrà trarre certamente beneficio a patto di non si sottovaluti il potenziale agricolo e alimentare nazionale.

Ultime notizie