Condoglianze

Le parole sono povere per descrivere il nostro dolore,
buon viaggio Giorgio Benardos

Condoglianze

Le parole sono povere per descrivere il nostro dolore,
Buon viaggio Giorgio Benardo

Invito all'evento Bocconi del 23 novembre

Gentile membro della Camera di commercio ellenica italiana,
L'Associazione Alumni Greca Bocconi organizza il suo primo evento su larga scala.
L'Università Bocconi è una delle principali business school a livello mondiale. Il capitolo greco degli Alumni rappresenta un'associazione attiva e in rapida evoluzione che organizza eventi di primo livello rispetto al livello più alto della Bocconi.
Il 23 novembre siamo lieti di discutere le dinamiche di un fattore economico chiave per la crescita a livello europeo.
Argomento: PMI europee: sopravvivenza, crescita e innovazione in un ambiente sempre più globalizzato
Luogo: Karatzas Megaron, Banca nazionale greca, 82-84 Aiolou str. Atene, 1° piano
Data: giovedì 23 novembre 2017, durata: 3 ore (18:00-21:00)
Altoparlanti:
Sig. Efisio Luigi Marras, Ambasciatore d'Italia in Grecia
Sig. Marios Georgiadis, vicepresidente del parlamento greco
Dr. Theodoros Kallianos, ex Economist Senior Executive Officer della Commissione Europea
Haris Makryniotis, amministratore delegato, Endeavour Grecia
Sig. Federico Pippo, Professore dell'Università Bocconi
Mr Christoforos Chatzopoulos, Head of Business Banking & Retail Loans NBG
Con questa lettera vorremmo invitarvi al nostro evento sperando che possiate partecipare. Sarebbe un grande onore per la nostra Associazione Alumni.
Rispondi entro il 17 novembre registrandoti qui:
https://www.eventora.com/en/Events/greek_bocconi_alumni_association_ev
Cordiali saluti,
Mike Koumartzakis
Capocapitolo
Zona Atene

Italoellenica. Incontri su lingua e traduzione

Invito
Il Dipartimento di Lingua e Filologia Italiana dell'Università Nazionale e Kapodistriana di Atene e il Laboratorio di Lingua, Traduzione e Studio dei Rapporti tra la Lingua Italiana e la Lingua Greca, in collaborazione con il
Università L'Orientale di Napoli e L'Università ta' Malta
sei invitato alla Conferenza Internazionale intitolata
Italoellenica. Incontri su lingua e traduzione
Italoellenica. Incontri sulla lingua e la traduzione
che avrà luogo
Martedì 21 novembre 2017 ore 9:00-19:00
all'Anfiteatro I. Drakopoulos nei Propylaia (30 Panepistimiou)

Alfa Romeo Racing al Gran Premio del Canada

Sulla pista che porta il nome del defunto pilota canadese Gilles Villeneuve, si svolgerà domenica prossima, 9 giugno, la 7° prova del Campionato del Mondo di Formula 1 di quest'anno. Alfa Romeo Racing cercherà di sfruttare l'esperienza maturata con le sue nuova vettura con l'obiettivo di sfruttarne al meglio le potenzialità.

Il circuito di Montreal si trova sull'isola artificiale di Notre Dame, costruita per l'Expo mondiale del 1967. Dopo la fine dei Giochi Olimpici del 1976 si decise di creare un circuito, che avrebbe ospitato per la prima volta una gara di Formula 1 in 1978. Il leggendario pilota canadese Gilles Villeneuve ottiene la sua prima vittoria su questo circuito, che oggi porta il suo nome. Le elevate velocità e i requisiti di basso carico aerodinamico rendono la pista particolarmente apprezzata dai conducenti. Ci sono alcuni punti che richiedono una decelerazione molto forte, mentre il famoso "Wall of Champions" situato all'uscita della curva prima della linea di partenza è un punto particolarmente suggestivo e impegnativo.

Frédéric Vasseur – Capo del team Alfa Romeo Racing e CEO di Sauber Motorsport AG

"Siamo ottimisti per la gara di Montreal. Il layout della pista si adatta alla nostra vettura e allo stesso tempo permette il sorpasso, cosa che non avevamo nelle gare precedenti. Ad ogni gara che passa capiamo meglio la nostra vettura e come sfruttarne le prestazioni, tuttavia avere tre giorni di gare impeccabili continua ad essere il punto chiave. Le squadre sono così vicine, con appena 5 punti che separano il quinto dal nono in classifica, che ogni errore è costoso. Crediamo di poter fare punti in Canada e scalare la classifica”.

Kimi Räikkönen (vettura 7 – “Stelvio”)

“Il circuito di Montreal è logicamente adatto alla nostra vettura, ma a dire il vero finora non è andato molto secondo i piani. Spero che le gomme funzionino come dovrebbero e che potremo sfruttare la dinamica della vettura. Di certo il 9° posto non è quello che ci rappresenta".

Antonio Giovinazzi (vettura numero 99 – “Giulia”)

“Non vedo l'ora di gareggiare per la prima volta nella mia carriera a Montreal. Ho avuto la possibilità di riposarmi per due settimane e ora sono pronto per tornare in pista. In passato questo circuito ha visto gare molto interessanti e il layout offre l'opportunità di sorpasso, quindi mi aspetto che saranno tre giorni di gare interessanti. Spero che riusciremo a raggiungere il risultato che meritiamo".

Il Gran Premio di Montreal nel linguaggio dei numeri:

Anno in cui si tenne il 1° Gran Premio sul circuito di Montreal: 1978

Numero di giri: 70

Lunghezza del giro: 4.361 km.

Distanza totale di gara: 305.270 km.

Giro più veloce: 1:13.622 Rubens Barrichello (2004)

ELPE: Donazione di un Veicolo all'"Associazione per la Sindrome di Down della Grecia"

Qualche parola sull'Associazione Sindrome Fuori uso Grecia:

L'Associazione greca per la sindrome di Down (www.down.gr) è stata fondata nel 1990 da 22 famiglie su sollecitazione della Professoressa di Clinica Genetica Pediatrica dell'Università Aristotele di Salonicco, Sig.ra Chariklia Hatzisevastos. È un fornitore di servizi di assistenza sociale senza scopo di lucro, registrato presso il Ministero della Salute e della Solidarietà Sociale ed è il primo gruppo organizzato di genitori con bambini con sindrome di Down nel Paese. La visione dell'Associazione, governata dai principi di pari opportunità e uguaglianza, è una società in cui saranno fornite a tutti i cittadini pari opportunità di vita e di partecipazione. La missione dell'Associazione è lo sviluppo di attività, rivolte a genitori e bambini, di educazione specialistica e di sensibilizzazione alle persone con sindrome di Down, con l'obiettivo finale di favorire l'apprendimento e l'intrattenimento dei suoi beneficiari.

Il nuovo di zecca Autobus a 17 posti, che il Gruppo ha offerto petrolio greco per le esigenze di trasporto quotidiano sicuro dei bambini di "Associazione greca per la sindrome di Down" a Salonicco.

 

Presidente della "Associazione greca per la sindrome di Down" il sig. Stavros Tsiflikis (sinistra), riceve la chiave del veicolo dal Direttore degli impianti industriali di Salonicco, il sig. Cristoforo Antonio.

 

All'evento di consegna del veicolo hanno partecipato i suoi dipendenti ELPE che ha partecipato alla 14a Maratona Internazionale "Alessandro Magno" di Salonicco, i suoi dirigenti Gruppo, il Presidente e i membri del Consiglio Direttivo di "Associazione per la sindrome di Down della Grecia".

 

COMUNICATO STAMPA

Marousi, 06/05/2019

Donazione di veicoli all'Associazione greca per la sindrome di Down

Uno contemporaneo Autobus 17 posti, quale servirà alle esigenze quotidiane della circolazione sicura dei bambini di "Associazione Sindrome di Down Grecia", il Gruppo ha consegnato petrolio greco durante un evento tenutosi mercoledì scorso, 28 maggio 2019, presso le strutture industriali di Salonicco (ICU).

Hanno contribuito al mercato degli autobus con la loro partecipazione a 14Il Maratona Internazionale "Alessandro Magno" di Salonicco, 110 dipendenti del Gruppo con le loro famiglie. I volontari hanno corso con lo slogan "Partecipiamo e Offriamo” e la Società ha risposto alla loro chiamata pagando 10€ per ogni chilometro che hanno attraversato.

All'evento di consegna del veicolo hanno partecipato i dipendenti che hanno partecipato alla Maratona di quest'anno per una buona causa, i dirigenti del Gruppo petrolio greco, nonché il Presidente e i Membri del Consiglio di Amministrazione di "Associazione greca per la sindrome di Down".

Nelle sue dichiarazioni, il Direttore degli impianti industriali di Salonicco, sig. Cristoforo Antonio ha evidenziato l'importanza del lavoro svolto dall'Associazione e ha auspicato che l'offerta specifica contribuisca al miglioramento della vita quotidiana dei bambini e dei loro accompagnatori.

Da parte sua, il Presidente dell'"Associazione per la Sindrome di Down della Grecia", Sig. Stavros Tsiflikis ha fatto riferimento alle difficoltà incontrate dalle persone con bisogni speciali, nonché dalle loro famiglie, sottolineando l'aiuto del Gruppo petrolio greco e il suo sistematico sostegno alle attività dell'Associazione.Il rafforzamento e il sostegno essenziale dei gruppi sociali vulnerabili è uno di questi pilastri centrali della Responsabilità Sociale d'Impresa per il Gruppo ELPE, chi il tnegli ultimi anni ha attivamente contribuito al loro sostegno, con numerose azioni e iniziative.

La Piraeus Bank ha sostenuto il lavoro di ELEPAP negli ultimi anni

COMUNICATO STAMPA

Banca del Pireo: "Giochi e sogni", con i BRAVE Children di ELEPAP

Il Gruppo Banca del Pireo, impegnato nei principi della Responsabilità d'Impresa per la protezione e il sostegno della società, negli ultimi anni ha rafforzato l'opera della Società ellenica per la protezione e la riabilitazione delle persone con disabilità (ELEPAP), la prima società caritatevole, non associazione a scopo di lucro in Grecia, che fornisce servizi di riabilitazione a bambini con disabilità motorie e difficoltà di sviluppo.

In occasione dell'inizio dell'estate, sabato 1 giugno, 20 bambini del Gruppo Piraeus Bank e 20 Brave Children di ELEPAP, di età compresa tra 5 e 8 anni, insieme ai loro genitori hanno trascorso una divertente colazione nell'accogliente area di ELEPAP. I bambini hanno avuto l'opportunità di assistere allo spettacolo interattivo "The Journey of the Dream" offerto dalla signora Esmeralda Tsichli, con il suo team, mentre tutti giocavano insieme nel Model Playground appositamente progettato di ELEPAP.

Bambini e genitori hanno avuto l'opportunità di convivere in modo creativo, di conoscere la diversità, l'accettazione, il valore dello sforzo e di sognare un futuro migliore per tutti.  

Atene, 7 giugno 2019

 

ELEPAP

ELEPAP, Società ellenica per la protezione e la riabilitazione delle persone disabili, è la prima associazione benefica e senza fini di lucro in Grecia, che da 82 anni offre servizi di riabilitazione a più di 100.000 bambini con disabilità motorie e problemi di neurosviluppo, dalla nascita al loro raggiungimento della maggiore età, attraverso i suoi sei Centri, ad Atene, Salonicco, Giannina, Chania, Volos e Agrinio.

Con il supporto di ELEPAP, più di 1.000 neonati, bambini e adulti con disabilità all'anno, lottano quotidianamente con l'aiuto del suo staff scientifico specializzato, per massimizzare il loro potenziale, per realizzare i propri obiettivi personali, per conquistare il massimo possibile la loro autonomia e la loro integrazione nella società. Più di 60% dei bambini della Special Preschool Education riconosciuta di ELEPAP, riescono ad iscriversi alle prime classi della Scuola Primaria generale.

L'obiettivo principale di ELEPAP è fornire servizi riabilitativi innovativi e completi di alto livello in un ambiente sicuro e familiare per i bambini e le loro famiglie.

Partecipazione di kafea terra ai coffee business awards 2019

Siamo lieti di annunciare la partecipazione di Kafea Terra a
"Coffee Business Awards 2019" dove si terranno per la prima volta
in Grecia, venerdì 28 giugno 2019
all'Ateneo Intercontinentale.

Stiamo candidando per 12 categorie di premi.

I vincitori saranno selezionati solo tramite votazione online.

Le votazioni vanno dal 5 all'11 giugno.

Vota qui!

Alfa Romeo Racing al Gran Premio del Canada

Sulla pista che porta il nome del defunto pilota canadese Gilles Villeneuve, si svolgerà domenica prossima, 9 giugno, la 7° prova del Campionato del Mondo di Formula 1 di quest'anno. Alfa Romeo Racing cercherà di sfruttare l'esperienza maturata con le sue nuova vettura con l'obiettivo di sfruttarne al meglio le potenzialità.

Il circuito di Montreal si trova sull'isola artificiale di Notre Dame, costruita per l'Expo mondiale del 1967. Dopo la fine dei Giochi Olimpici del 1976 si decise di creare un circuito, che avrebbe ospitato per la prima volta una gara di Formula 1 in 1978. Il leggendario pilota canadese Gilles Villeneuve ottiene la sua prima vittoria su questo circuito, che oggi porta il suo nome. Le elevate velocità e i requisiti di basso carico aerodinamico rendono la pista particolarmente apprezzata dai conducenti. Ci sono alcuni punti che richiedono una decelerazione molto forte, mentre il famoso "Wall of Champions" situato all'uscita della curva prima della linea di partenza è un punto particolarmente suggestivo e impegnativo.

Frédéric Vasseur – Capo del team Alfa Romeo Racing e CEO di Sauber Motorsport AG

"Siamo ottimisti per la gara di Montreal. Il layout della pista si adatta alla nostra vettura e allo stesso tempo permette il sorpasso, cosa che non avevamo nelle gare precedenti. Ad ogni gara che passa capiamo meglio la nostra vettura e come sfruttarne le prestazioni, tuttavia avere tre giorni di gare impeccabili continua ad essere il punto chiave. Le squadre sono così vicine, con appena 5 punti che separano il quinto dal nono in classifica, che ogni errore è costoso. Crediamo di poter fare punti in Canada e scalare la classifica”.

Kimi Räikkönen (vettura 7 – “Stelvio”)

“Il circuito di Montreal è logicamente adatto alla nostra vettura, ma a dire il vero finora non è andato molto secondo i piani. Spero che le gomme funzionino come dovrebbero e che potremo sfruttare la dinamica della vettura. Di certo il 9° posto non è quello che ci rappresenta".

Antonio Giovinazzi (vettura numero 99 – “Giulia”)

“Non vedo l'ora di gareggiare per la prima volta nella mia carriera a Montreal. Ho avuto la possibilità di riposarmi per due settimane e ora sono pronto per tornare in pista. In passato questo circuito ha visto gare molto interessanti e il layout offre l'opportunità di sorpasso, quindi mi aspetto che saranno tre giorni di gare interessanti. Spero che riusciremo a raggiungere il risultato che meritiamo".

Il Gran Premio di Montreal nel linguaggio dei numeri:

Anno in cui si tenne il 1° Gran Premio sul circuito di Montreal: 1978

Numero di giri: 70

Lunghezza del giro: 4.361 km.

Distanza totale di gara: 305.270 km.

Giro più veloce: 1:13.622 Rubens Barrichello (2004)